domenica 11 marzo 2012

Gatti ciechi

Conosco un gattino cieco di nome Mirtillo che si aggira tranquillamente nella sua casa. I suoi padroni si limitano a lasciare le sedie sempre al loro posto e a non dimenticare ostacoli che possano turbare il tom-tom naturale del loro micio. La dimostrazione che anche un gatto cieco possa cavarsela brillantemente è la passeggiata di Oskar:

2 commenti:

maura ha detto...

Ho una gatta che da 10 anni,per colpa di un deficiente che le ha rivolto contro il fucile, ha avuto il distacco della retina.
I primi tempi non sapevo come comportarmi e la lasciavo dentro ad un recinto in giardino.
Poi ho preso coraggio e le ho aperto...beh, poco alla volta è riuscita a prendere possesso dei percorsi che in parte già ricordava, nei 2 anni di vita normale precedenti.
Anche per me vale la regola di non lasciare stendino, annaffiatoio o strumenti per il giardino fuori posto; sarebbe l'unica maniera per cui andrebbe a sbattere contro qualcosa...

rosi ha detto...

che bella storia! lo dirò a mirtillo!