martedì 30 dicembre 2014

Può dare dipendenza

Quali sono gli effetti di un micio in casa?
E' ben noto che il rapporto con gli animali domestici ha un impatto benefico su di noi, fisicamente e psichicamente. Il valore terapeutico della relazione con gli animali è ormai ampiamente dimostrato e riconosciuto,  scientificamente provato.
Con un gatto in camera da letto, si dormirebbe di più. Con il gatto ci si rilassa e tranquillizza, si ha un morbido antistress, si riduce la tensione nervosa.


Addirittura la presenza di animali in famiglia è benefica in un periodo come questo, in cui la crisi economica aumenta il livello dello stress. Le fusa del soriano di casa allontanano le negatività!
Uno studio recente pubblicato sul Journal of personality and social psychology e condotto su oltre 200 persone da un team di psicologi delle Università di Miami e Saint Louis dimostra che chi possiede un animale domestico gode di più serenità, autostima e  forma fisica. Accarezzare cani e gatti contribuisce a regolarizzare il battito cardiaco, ad abbassare la pressione e, con il rilascio di endorfine, a diminuire lo stress.



Befana a Mondo Gatto

A Mondo Gatto, il giorno 6 gennaio  dalle 14.30 alle 18.00 saluto di inizio anno e Calzine del Rifugio. Con un'offerta (destinata naturalmente agli ospiti) si potrà infatti regalare al vostro pet un giochino o un piccolo accessorio perchè sia Befana anche per lui.
Martedì 6 il Mercatino, aperto anche nei giorni 3 e 4 sempre dalle 14.30 alle 18.00, metterà a disposizione tutti i suoi oggetti a tema felino con un'offerta minima ribassata.
Mondo Gatto e' in via Schievano 15 a Milano, vicino a MM2 Romolo.


martedì 23 dicembre 2014

Capodanno: no ai botti

Divieto di botti a Sesto San Giovanni dal 26 dicembre al 2 gennaio.
Lo decreta un’ordinanza del Sindaco che - considerando la pericolosità e l’inquinamento ambientale ed acustico che provocano - vieta l’utilizzo di fuochi di artificio, prodotti pirotecnici e petardi anche se di libera vendita.
“Come l’anno scorso – ha dichiarato il Sindaco di Sesto San Giovanni Monica Chittò – più che puntare sugli strumenti repressivi facciamo appello al senso di responsabilità dei cittadini. I botti, infatti, oltre ad essere estremamente pericolosi se usati da persone non esperte, provocano notevoli disturbi ai bambini piccoli e agli animali da compagnia. Le feste di Natale e il Capodanno rappresentano momenti di serenità, da non guastare con incidenti evitabili. Con questa ordinanza, quindi, vogliamo soprattutto invitare a considerare i danni dell’uso di questi strumenti e a scegliere divertimenti meno nocivi”.





venerdì 19 dicembre 2014

Volpi a casa del primo ministro

Ecco le foto della volpe che trotterellava davanti al n. 10 di Downing Street:



Cosa quasi comune a Londra. A me è capitato di vedere, di notte, una bella volpe attraversare la strada nella zona di Camden.
Leggi l'articolo sul Daily Mail.

martedì 16 dicembre 2014

martedì 9 dicembre 2014

L'Ambrogino d'oro 2014 a Mondo Gatto

E' stata una giornata speciale quella di Sant' Ambrogio 2014 per l'associazione Mondo Gatto di Milano. Al teatro Dal Verme Mondo Gatto è stato premiato con l'Ambrogino d'oro, la civica benemerenza del Comune di Milano.
La cerimonia di consegna è avvenuta al Teatro Dal Verme. La Presidentessa Lorella Ghirardi ha detto che Mondo Gatto "ha idealmente ricevuto questo importante attestato a nome di tutte le Associazioni e I Volontari che ogni giorno si dedicano agli animali in difficoltà".




lunedì 8 dicembre 2014

Taxi pet

I ragazzi della foto sono Stefano Giallella e suo cugino Simone, che con la sorella di Stefano, Federica hanno un servizio taxi per gli animali.

Taxi Pet è nato osservando i problemi dei proprietari di animali - ben noti ai tre ideatori che hanno sempre avuto cani - per trasportare i propri pet dal veterinario, o per affrontare un viaggio. Preso in prestito il furgoncino del padre, i ragazzi avviano l'attività. Stefano, che ha il patentino per il trasporto di animali vivi, va anche all'estero con i propri "clienti", che sono cani, gatti e furetti.

https://www.facebook.com/taxipetmilano
http://www.taxipet.it/

mercoledì 26 novembre 2014

Mio dopo l'alluvione

Mio è un bel soriano che era stato affidato al canile-gattile comunale di Milano dal suo padrone che aveva perso il lavoro. L'uomo, che andava spesso a trovarlo, quando ha saputo dell'allagamento del canile si è presentato per avere notizie.
Il micio era stato accolto dall'Enpa di Milano. Ritrovato il suo padrone, Mio - fino a quel momento diffidente - ha cominciato a fare le fusa. Trasferito all'associazione milanese Mondo Gatto, è in attesa di essere restituito al proprietario che nel frattempo ha trovato un nuovo lavoro.


martedì 18 novembre 2014

Dove sono i gatti salvati

L'Associazione MondoGatto gestisce la sezione gatti del Parco Canile.
Tutti i mici sono in salvo, anche i 4 inizialmente mancanti all'appello.
Le varie associazioni feline del territorio hanno dato la loro disponibilità ad accogliere i gatti salvati dall'allagamento di sabato notte. A Gattolandia di Monza sono arrivati dieci gattoni. Leggi qui la cronaca dell'arrivo degli ospiti e la loro sistemazione nelle calde cucce preparate dai volontari.


lunedì 17 novembre 2014

Aggiornamento alluvione

Sulla pagina FB del canile di Milano le indicazioni per aiutare con materiali vari. Questo è l'appello:

SARA' POSSIBILE COMINCIARE A PORTARE LE DONAZIONI DA MERCOLEDI 19 NOVEMBRE.
PER CHI VUOLE DONARE MATERIALE:
Ci si può presentare direttamente all'ingresso del Centro sportivo SAINI di Via Corelli, 136 dalle 9.00 alle 18.00 da lunedì a venerdì e dalle 11 alle 18.00 sabato e domenica, e personale della reception porterà in deposito il materiale donato per il Parco Canile.
Ci servono:
CIBO SECCO E UMIDO
SCOPE A SETOLE RIGIDE
TIRA-ACQUA
DETERSIVI PER PAVIMENTI/DISINFETTANTI TIPO LYSOFORM
GUINZAGLI DI ALMENO 2MT (NO FLEXI ALLUNGABILI)
COPERTE
COLLARI VARIE MISURE
PETTORINE AD "H"
OSSETTI IN PELLE DI BUFALO/SNACK PER CANI
BIDONI GRANDI IN METALLO O PLASTICA CON COPERCHIO PER CONTENERE CROCCHETTE
ARMADI/ARMADIETTI IN PLASTICA O METALLO

Abbiamo perso tutto....
GRAZIE PER TUTTO CIO' CHE POTRETE DONARCI, GRAZIE DI CUORE!


Il Parco Canile di Milano ha pubblicato anche una cronaca degli eventi di sabato notte con i ringraziamenti a tutti, volontari, forze dell'ordine, gestori di canili:

... Non scorderò mai gli occhi di quei cani in preda al panico di morire annegati in piedi sulle zampe posteriori per tenere la testa fuori dall'acqua; e noi che con il liquame alle ascelle camminavamo rallentati tra i box incuranti dei rischi che stavamo correndo per salvare loro la vita. E non scorderò la sensazione di sgomento che ho provato ogni volta che ho estratto un cane dal suo box intanto che quello di fianco mi abbaiava a gran voce mente io non sapevo se l'avrei trovato più tardi al mio ritorno. Questo dramma l'abbiamo vissuto tutti noi che abbiamo nuotato nel fango per loro fino al momento in cui abbiamo potuto finalmente dire: "ci sono tutti". 
...
Ma il grazie più grande va ai cani: non smetterò mai di imparare da voi; siete meravigliosi e se dopo la due giorni appena conclusa sono ancora in piedi lo devo a voi. Cito Dikky che ha nuotato dal suo box fino all'ingresso del canile per poi fermarsi a fare una bella annusatina e quindi fare la cacca e raspare, e cito pure Lilly, che trasportata a braccio sul lago d'acqua per evitare che si bagnasse ha seguitato per tutto il tragitto a muovere le zampette come se stesse nuotando... 
Una prova tangibile di quanto si possa essere uniti, coesi e forti (uomini e cani) quando di mezzo c'è quello che ci sta a cuore. 
E adesso che abbiamo toccato il fondo saremo di certo più bravi a vedere il valore di ciò che faremo e a capire che dire grazie a chi ci sta di fianco e fatica con noi può essere meraviglioso. 

(leggi tutto sulla pagina FB del canile di Milano)

Emergenza a Milano: canile-gattile allagato

"Ci sono 4 mici dispersi, ma gli altri quasi 150 sono stati tutti spostati, anche i cani del canile sono in salvo. Non finiremo mai di ringraziare tutti gli enti e le persone che ci hanno aiutato stanotte nello spostare i mici, e le associazioni che si stanno dando una mano ospitandoli", hanno scritto i volontari di Mondo Gatto su Facebook.
E ancora: "I mici sono stati tutti smistati, dei mici dispersi per ora nessuna traccia purtroppo. Un grazie particolare a tutti i volontari che da ieri notte sono stati immersi nell'acqua ghiacciata per salvare i mici e i cani. Un grazie particolare a tutte le persone che ci hanno fatto sentire oggi affetto e vicinanza, e siete stati tanti. Un enorme grazie alle associazioni che ci aiutano ospitando parte dei mici. se volete portarci, maglioni, coperte, magliette vecchie (tutto cio che puo' tenerli al caldo) cibo umido e secco, lettiere, sabbietta, contenitori in plastica tipo quelli delle verdure dove mettere il cibo e l'acqua, potete portarlo a Mondo Gatto in via Schievano 15 a 20143 Milano, poi vedremo di smistarli, ci trovate dalle 9 del mattino alle 12,30, prima e dopo purtroppo siamo in alcuni reparti e rischiamo di non sentire il citofono a volte, ci spiace!

Questo disastro, con l'allagamento del canile di via Aquila a Milano, è una delle gravi conseguenze per i nostri amici a causa del maltempo dei giorni scorsi. Al canile l'acqua è arrivata a 160 centimetri. L'intervento dei vigili del fuoco e dei volontari ha salvato gli animali, trasportati altrove. Trentatré cani sono stati portati alla Lega Nazionale per la difesa del Cane di Segrate, altri sono stati portati anche in case private. Come potete immaginare, le strutture che hanno accolto gli animali sono però in emergenza totale. Servono, cibo, coperte, asciugamani e detersivi, e volontari per il ripristino del canile di via Aquila invaso dal fango.



La lega del cane è per avere scatolette di umido e vecchi asciugamani per i box, coperte per le cucce, detersivi per pulire. Chi è in zona può portare quello che riesce a donare al Rifugio della Lega nazionale per la difesa del cane di Segrate (Milano) in Via Redecesio 5/a -  
tel.  02  21 37 864   cell 334 8585297  
legadelcanemi@fastwebnet.it  -  http://www.legadelcane-mi.it/  


venerdì 14 novembre 2014

Oscar

Vi ricordate di Azrael, il gatto di Doctor Sleep?
Azrael esiste e si chiama Oscar.
La Steere House è una clinica per anziani di Providence, Rhode Island, dove soggiornano anche pazienti hanno che soffrono della malattia di Alzheimer e altre forme di demenza allo stadio terminale. A Steere House credono nei benefici terapeutici della compagnia degli animali. Sono stati accolti gatti, cocorite, un coniglio  e numerosi visitatori canini che contribuiscono a rendere più serena la degenza degli anziani.
La storia del gatto Oscar, che da otto anni vive nell'unità posta al terzo piano della clinica, è unica. Oscar sente quando i pazienti sono in fine vita e regala loro un momento di dolce vicinanza nell'estremo passaggio.

Oscar è stato descritto in un articolo del dottor David Dosa, apparso sul New England Journal of Medicine. Gli è anche stato dedicato un libro.

Il dottor David Dosa è un geriatra di Steere House.
Making Rounds with Oscar è la storia di un gatto insolito, un soriano che poco prima del suo primo compleanno ha improvvisamente iniziato a fare le visite ai residenti al terzo piano. I familiari e il personale ha cominciato a rendersi conto che le visite di Oscar coincidevano con la morte dei pazienti terminali. In diverse occasioni Oscar sembrava di essere il primo "fornitore di assistenza sanitaria" e il personale della casa di cura ha cominciato a fare affidamento su Oscar come un "sistema di allarme rapido," annunciando ai presenti che era giunto il momento di informare la famiglia e aumentare i servizi di hospice per chi è vicino alla morte.
Anche se, a volte, è stato sorpreso dormire sul posto di lavoro, a Oscar non sfugge mai quando per un paziente è arrivata l'ultima ora. Così, per il suo servizio viene menzionato regolarmente in necrologi e durante le funzioni funebri.

Eccolo al lavoro a Steer House:
http://video.foxnews.com/v/4001567/oscar-the-furry-angel-of-death/#sp=show-clips

sabato 11 ottobre 2014

Loukanikos

E' morto il cane che fu protagonista degli scontri di piazza ad Atene nel 2010. Si chiamava Loukanikos, cioè Salsiccia.
Mi sovviene la luganega lombarda, una salsiccia appunto, e la cosa mi incuriosisce. Scopro che la luganega è originaria della Lucania, non solo, che gli antichi Lucani, nel 323 a.C., in conflitto con i Tarantini appoggiati dai Macedoni furono sconfitti presso Paestum da Alessandro, che deportò in Epiro esponenti di famiglie aristocratiche lucane. I deportati introdussero nel mondo ellenico le loro tradizioni culinarie, tra cui la lucanica salsiccia. Entrata ufficialmente nel repertorio delle ricette tradizionali greche con il beneplacito di Timachida di Rodi, la loukanika ritornò in Italia quando il Principe Arnaldo Zamperetti da Cornedo tradusse nel XII sec. gli undici volumi di Timachida.

Tornando al Loukanikos canino,  divenne la mascotte della rivolta greca contro l'austerità. Personaggio dell'anno del periodico americano Time, era un bel meticcio marrone chiaro di taglia media, sempre in prima linea durante gli scontri di piazza.









giovedì 28 agosto 2014

Gattolandia

Oggi un po' di pubblicità ai bravissimi a-mici di Gattolandia.


Non solo svolgono un'importante attività con appassionato affetto, ma aggiornano costantemente la pagina facebook con notizie, foto e perfino poesie dedicate ai gatti.
Questa, appena pubblicata, è un'ode ai gatti di strada, ai vagabondi, a quelli che hanno altro che l'attenzione di alcuni amici umani:

Il giornale dei gatti

I gatti hanno un giornale
con tutte le novità
e sull’ultima pagina
la “Piccola pubblicità”.
“Cercasi casa comoda
 con poltrone fuori moda:
non si accettano bambini
perché tirano la coda.”
“Cerco vecchia signora
a scopo compagnia.
Precisare referenze
e conto in macelleria.”
“Premiato cacciatore
cerca impiego in granaio.”
“Vegetariano, scapolo,
cerca ricco lattaio.”
I gatti senza casa
la domenica dopopranzo
leggono questi avvisi
più belli di un romanzo:
per un’oretta o due
sognano ad occhi aperti,
poi vanno a prepararsi
ai notturni concerti.

 Gianni Rodari

Un altro gatto venuto dal mare

Vi ricordate del gatto migrante?
Un altro gatto è arrivato il 26 agosto, con i 449 migranti siriani, palestinesi ed egiziani arrivati a Pozzallo, nel ragusano.



Il gatto è arrivato con una ragazza siriana, diretta in Germania, dove raggiungerà alcuni parenti. I due però sono stati separati, nonostante l'opposizione disperata della ragazza. Il gattino è stato portato al rifugio sanitario di Ragusa per i vaccini e i controlli di routine, mentre la ragazza è stata trasferita nel centro di prima accoglienza di Pozzallo. C'è chi abbandona il proprio innocente amico e c'è chi affronta un viaggio terribile senza separarsi dal proprio animale. Speriamo naturalmente in un lieto fine.

mercoledì 16 luglio 2014

Cani segregati

Non possiamo non scrivere della vicenda del povero cane segregato a Milano in via Ingegnoli 5, zona Città Studi-Casoretto.
Ecco, dalla pagina facebook dell'evento di protesta previsto per sabato, la storia.

Milano. Via Ingegnoli, al 5 piano di un balconcino microscopico, vive ormai da quasi tre mesi, un simil pastore tedesco che passa tutte le sue giornate solo, sotto il sole e la pioggia. Sono stati allertati i vigili, la Asl, Oipa, il garante per gli animali e Aidaa ha anche fatto denuncia per maltrattamento. A oggi il cane è ancora lì. Il balcone è interno: passando dalla strada non si vede, il cane vive su questo microscopico spazio grande poco più di lui, i vicini di casa si lamentano perché abbaia e perché sporca sul balcone. Normale soprattutto quando sta lì da solo anche per 24 ore ininterrottamente! Dopo l'intervento di vigili e Asl il cane è sempre fuori in un metro quadrato di spazio al quinto piano e in pieno sole: è vivo solo perché quest'anno ancora non ha fatto il caldo solito di luglio. (In compenso si è preso secchiate d'acqua di pioggia). Per le guardie zoofile che hanno controllato, il cane «essendo nato e cresciuto in un cortile all'aperto è abituato a dormire fuori». Quindi se fosse nato in un tombino, poteva essere tenuto anche in una fogna? Il regolamento comunale di Milano in materia è chiaro: il cane deve avere uno spazio minimo per muoversi che sia proporzionale alla sua grandezza e questo cane non ce l'ha! 

Nella foto a sinistra vedete la povera bestia chiusa fuori con la tapparella abbassata; quella a destra è del pomeriggio del 15 luglio 2014, dopo che sono usciti vigili, Asl, guardie zoofile

Evento facebook sabato.


Azrael, il gatto di Stephen King

Ho appena finito di leggere Doctor Sleep di Stephen King, l'attesissimo seguito di Shining.
Se avete amato l'inquietante storia del piccolo Dan e dell'Overlook Hotel, se il ghigno di Jack Nicholson - Jack Torrance vi terrorizza ancora, leggete cos'è accaduto dopo.
Danny lavora in una casa di riposo, dopo una vita irregolare, tormentata da alcolismo e abusi. Ha sempre la sua luccicanza, accudisce gli anziani, e lo chiamano Dottor Sonno perché sa aiutarli nel passaggio al mondo delle ombre.
C'è anche un gatto, Azrael, che come le ombre è grigio, e porta il nome tradizionalmente attribuito nell'Islam all'angelo della morte. Azrael (dall'arabo: عزرائیل, ʿAzrāʾīl), significa "colui che Dio aiuta" è l'angelo che ha il compito di presiedere alla morte, accompagnare le anime dei defunti o deciderne la sorte.
In Doctor Sleep Dan combatte contro i membri assassini del Vero Nodo, insaziabili predatori di bambini che possiedono il dono della luccicanza.  A caccia di Abra Stone, ragazzina dai poteri incredibili, la capessa dei vampiri Rose Cilindro sarà sfidata in un epico duello là dove sorgeva l'Overlook Hotel. Se amate King, e i gatti, leggete il romanzo.


C'è una statua di Azrael - l'angelo, non il gatto - nel cimitero di Staglieno, a Genova:


venerdì 11 luglio 2014

Copa do Mundo

A modo nostro, non potevamo mancare.


Assolta da ogni accusa Barbara Balanzoni

Vi ricordate del caso di Barbara Balanzoni?

Lo scorso 8 febbraio, presso il tribunale militare di Roma, il procuratore Marco De Paolis aveva chiesto e ottenuto l’assoluzione di Barbara Balanzoni "perché il fatto non sussiste". Era così caduta l’accusa di disobbedienza aggravata e continuata.
La dottoressa, tenente medico riservista dell’esercito, era finita alla sbarra per avere salvato una gatta che stava morendo di parto il 10 maggio del 2012, durante una missione in Kosovo, contravvenendo a una disposizione riguardante il divieto di avvicinare animali randagi.
Il magistrato aveva rilevato che Barbara "non ha compiuto il reato di disobbedienza" non avendo disatteso un ordine impartito direttamente a lei, ma una prescrizione di carattere generale. Fatto che si configura solo come "infrazione disciplinare".
Dopo altre udienze, finalmente un mese fa Barbara Balanzoni è stata assolta dalle altre imputazioni a suo carico: diffamazione e ingiurie a inferiore.

foto di www.animalisti.it

Accarezzami qui

E' proprio vero: guai a toccare il pancione a Bubino!


Gatti abbandonati

Il fenomeno dell'abbandono dei gatti è purtroppoin aumento. Valerio Pocar, garante degli animali del Comune di Milano, ha commentato il saldo negativo dei gatti ospiti del canile-gattile di via Aquila, a Milano: 98 nuovi ingressi, 69 adozioni. "L'estate è appena cominciata e c'è da temere la recrudescenza del fenomeno, tristissimo e inquietante, degli animali abbandonati. L'abbandono di un animale non è soltanto un reato punito dalla legge penale, ma prima ancora è la violazione di un imperativo morale: custodire e proteggere una creatura innocente e sensibile che si è affidata a noi e della quale ci siamo fatti carico. E' tradire un amico. E ricordatevi di dotare il vostro cane, ma anche il vostro gatto del microchip" ha dichiarato Pocar.


giovedì 3 luglio 2014

sabato 5 aprile 2014

Ai Wei Wei e i quaranta gatti

Ai Wei Wei è un artista e designer cinese.
Nato nel 1957, si trasferisce a New York dove frequenta importanti scuole d'arte e si svolge la sua attività artistica. Tornato in Cina, fonda una comunità di artisti d'avanguardia ed è protagonista di importanti eventi d'arte e architettura. E' anche un attivista per i diritti umani che si schiera apertamente contro il regime. Nel 2009 il suo blog viene chiuso dalle autorità, e subisce anche l'arresto e la reclusione, ufficialmente per reati fiscali.
Durante la sua detenzione, i principali musei del mondo come Tate Modern di Londra (che ha ospitato l'installazione Semi di girasole *) hanno lanciato in suo favore una petizione online.
Ai Wei Wei è un noto amante dei gatti. Sul suo blog, molti anni fa, aveva denunciato il commercio di gatti in Cina. Nella sua casa ospita quaranta felini. Uno di essi è così intelligente da riuscire ad aprire da solo le porte. Altri "collaborano" alla produzione artistica.





* Cento milioni di semi di girasole: Sunflowers seeds è una distesa di 150 tonnellate di semi di porcellana fatti e dipinti a mano da un esercito di artigiani nella città cinese di Jingdezhen. I semi di girasole rappresentano i milioni di cinesi vittime delle carestie provocate da Mao.

MIA00000

Giuseppe Luraghi, manager dell'Alfa Romeo, è ritratto in una foto automobilisticamente gattesca:


L'immagine è del 1965, quando le targhe automobilistiche divennero alfanumeriche.

Miagolii artistici

In Piazza Castello a Torino:







venerdì 21 marzo 2014

Cat-cafè a Torino

Finalmente una realtà, e non un solo bar, ma due! Ecco la storia MiaGola Caffè (anche su facebook):


e qui, invece, NekoCafè (anche su facebook).


mercoledì 26 febbraio 2014

Gatti e Ratti: proprio un bel matrimonio

Abbiamo già parlato di gatti-sindaco.
Questa volta la gatta in questione ha addirittura celebrato un matrimonio.

La cerimonia
Gli sposi con Massimo Rossi, il dipendente del Comune che si occupa della gatta
La torta nuziale

Il comune è quello di Gravellona Lomellina (Pavia) e gli sposi sono Laura Trolese e Alessandro Barone, due amici degli animali che hanno donato la cifra che sarebbe stata normalmente destinata alle bomboniere al gattile di Vigevano. La gatta si chiama invece Marina, ed ha ereditato l'incarico da Pippi, la prima gatta sindaco di Gravellona Lomellina purtroppo scomparsa alcuni mesi fa.
E volete sapere come si chiama il sindaco che ha celebrato la cerimonia? Francesco RATTI!


Un comune gattaro, quello di Gravellona Lomellina. Guardate Pippi, al tempo del suo "mandato":




martedì 25 febbraio 2014

venerdì 21 febbraio 2014